Addio Luis Sepùlveda

-di Michele Canessa Il 16 Aprile 2020 è mancato, a causa del coronavirus, lo scrittore Luis Sepulveda.       Egli nacque in Cile nel 1949, dove i suoi genitori si trovavano per sfuggire ad una denuncia emessa nei confronti del padre per motivi politici. Sepulveda passò i primi anni della sua vita a Valparaiso, ospite del nonno…

La solidarietà che non fallisce mai

-di Giulia Parisi 390: è questo il numero di anni che ci separa dalla peste del 1615, quella di cui troviamo scritto nei  “Promessi sposi”. Ma gli italiani del diciassettesimo secolo hanno affrontato una minaccia minore o maggiore? Per noi ragazzi, la cui vita sembra essere stata fermata a causa di questo nemico invisibile, la…

Sul femminicidio

-di Alessandro Peri Genova, uccide moglie e poi tenta il suicidio, mangiato dai sensi di colpa. Poco tempo fa, a Genova, si è verificato l’ennesimo caso di femminicidio: sempre la solita storia, per gelosia il marito ammazza la moglie. Il susseguirsi degli eventi è stato questo: una relazione in bilico, ormai praticamente chiusa per volontà…

Corona Virus: terzo focolaio nella storia dell’umanità

-di Michela Migliaro Dicembre 2019: mentre in tutta la Cina si sta preparando il capodanno cinese, a Wuhan, scoppia un’epidemia d’influenza. Le persone infette si dirigono negli ospedali, i dottori e gli infermieri svolgono tutte le analisi e scoprono che si tratta di una forma di virus molto potente: il corona virus. Il corona virus…

Il risveglio di Parigi dopo l’inferno di Notre Dame

-di Laura Batini “Ho vissuto a Parigi per settimane, per mesi. Non ho mai visto l’interno di Notre Dame. Chissà per quanto tempo, ora. E chissà come sarà, quando sarà. Che idiozia. Un’idiozia che è sempre la stessa:  credere in qualunque cosa che somigli all’eternità.” Paolo Giordano Sono state domate stamattina all’alba le fiamme che…

Global strike: anche a Genova si sciopera per il cambiamento climatico

-di Niccolò J. Lugli Tutto è iniziato quando la svedese Greta Thunberg, figlia della cantante d’opera Malena Ernman e dell’attore Svante Thunberg, decise di manifestare il 20 agosto 2018 contro il cambiamento climatico non frequentando più le lezioni scolastiche fino alle elezioni legislative che avrebbero avuto luogo il 9 settembre di quell’anno; successivamente a queste decise di…

“Guardate quanto è brutto quel bambino nero”

-di Vanessa Puggioni e Sofia Vaccaro L’8 febbraio scorso si è verificato un episodio di razzismo nella scuola di via Monte Cervino a Foligno, che ha avuto come protagonisti due bambini di colore, fratello e sorella, scherniti davanti alla propria classe da un insegnante supplente che si è difeso definendo l’episodio “UN ESPERIMENTO SOCIALE”. Odigie…

“And the Oscar goes to..”

-di Giulia Parisi Sono state davvero molte le emozioni durante la notte degli Oscar, la notte tra il 24 e 25 febbraio: gioia, sorpresa, soddisfazione, orgoglio… Specialmente per quelli a casa che alle due erano incollati alla tv guardando la diretta dal Dolby Theatre di Los Angeles, per sapere qual fosse il miglior film del…

Giornata della Memoria: il peccato dell’indifferenza

-di Laura Batini Settantaquattro anni fa, il 27 gennaio 1945, le truppe dell’Armata Rossa aprivano i cancelli di Auschwitz, rivelando all’umanità l’agghiacciante volto di un genocidio, dello sterminio più terribile che la storia ricordi per le sue gigantesche proporzioni e per le caratteristiche organizzative e tecniche dispiegate dal governo nazista. Vittime furono non soltanto gli…

Greta Thunberg, a quindici anni di fronte all’ONU

-di Michela Migliaro “Non siete abbastanza maturi per dire come stanno le cose, nemmeno su questa responsabilità che ci state lasciando”  Greta Thunberg Con queste parole l’attivista Greta Thunberg, una ragazzina di quindici anni svedese, ha parlato a tutte le potenze mondiali dell’ONU, durante il Cop24, tenutosi pochi giorni fa in Polonia a Katowice. Durante…

Tra sangue e minacce: difficili le elezioni in Afghanistan

– di Vanessa Puggioni e Sofia Vaccaro Domenica 20 ottobre si sono svolte in Afghanistan le elezioni parlamentari, dopo varie posticipazioni a causa del pessimo sistema elettorale e della grande instabilità del governo nazionale. I cittadini afghani hanno dunque finalmente ottenuto la possibilità di esprimere il loro parere, cosa non facile in un regime così…