Contagion: nessuno è immune alla paura

-di Davide Pizzorno

“Non parlare con nessuno. Non toccare nessuno” questa è la “tagline” di Contagion, film del 2011 diretto dal regista premio Oscar Steven Soderbergh, che vanta un cast eccezionale con Matt Damon, Laurence Fishburne e Marion Cotillard.                                    Il film oggi sembra più attuale che mai, dato che la trama è incredibilmente simile a quello che sta accadendo nel mondo negli ultimi mesi. La pellicola descrive gli effetti devastanti provocati dalla diffusione in tutto il mondo di un virus letale sconosciuto, chiamato Mev-1. Il regista sia ci mostra la pandemia da vari punti di vista, dal semplice cittadino al capo del CDC (Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie), sia ci fa capire  che alle volte il pericolo più grande non è il virus di per sé, ma il panico e la disinformazione provocata dai media o anche da gente senza scrupoli. il film può essere definito un thriller apocalittico, al pari di “28 giorni dopo” e  “Il seme della follia”, in particolare a causa della tensione che provoca la corsa contro il tempo per trovare una cura, e per tutte le problematiche che questa nasconde. Recentemente è stato intervistato lo sceneggiatore del film, Scott Z. Burns, sulla situazione attuale che il mondo sta vivendo e su come il suo film possa aver “predetto” questa catastrofe. Alle domande ha risposto: “Non è così sorprendente che il film sia così simile alla realtà, dato che gli scienziati con cui ho parlato, e ce n’erano molti, hanno detto tutti che si trattava di quando e non di se succederà. In un periodo così delicato, solo noi possiamo proteggerci a vicenda facendo le cose giuste, ad esempio lavarci spesso le mani o rimanere in casa se si è malati.                                        Fino a quando non ci saranno nuove scoperte farmaceutiche rilevanti per combattere questo virus, saremo noi la cura.” Parole che, magari ora, possono sembrare banali perché ripetute di continuo, ma è veramente importante che ognuno di noi, nel suo piccolo, le segua costantemente così da far finire al più presto questa situazione terribile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...